Di stagione in stagione, di libro in libro.

clock-2133825_960_720

Mi rendo conto che le stagioni si stanno passando il testimone solamente quando il colore del cielo muta la sua palette.

Ma non era ieri l’altro Primavera? E non era ieri Estate?

Come sempre alzo gli occhi al cielo e oggi questo color latte, unito al leggero brivido che solletica la pelle appena varco la porta di casa, mi fa capire che la consegna stia già finendo nelle mani dell’autunno!

Ieri avevamo i granelli di sabbia tra le dita dei piedi e, oggi, stringiamo una bella tazza di thè tra le dita delle mani.

I i piedi sono al caldo dentro calzini neri a pois grigi. L’altro giorno le unghie dei piedi erano smaltate di rosso scuro e oggi, beh, chi se ne importa se la laccatura si sbecca ;-).

Per fortuna amo tutte le stagioni va là!

Comunque una costante c’è: il libro sempre aperto e l’ereader sempre caricato e pieno di copertine ammiccanti.

Sta arrivando, dunque, quest’autunno ed io lo accoglierò con un libro dalla copertina molto particolare. Ne ammiro innanzitutto lo sfondo, di una tonalità di rosso tra le mie preferite: un bordeaux vintage, anticato… pare velluto. In primo piano un uomo che, anche se ritratto a mezzo busto, si deduce esser alto e molto molto magro, quasi ossuto, oserei dire.

Era un signore magro, indossava un abito color avorio, elegante, una camicia bianca e un foulard rosso cardinale, sul capo portava un borsalino chiaro, che copriva l’argento dei suoi curatissimi e lunghi capelli, cornice di un viso liscio, sbarbato. (…)

Quando copertina e inchiostro sono scelti con un’accuratezza estrema, io gongolo.

Nulla deve essere lasciato al caso… ma dirlo, lo so, è banale e scontato!

Leggendo voglio, e devo, sentire anche la passione con cui un autore scrive.

Fidatevi la noncuranza appare tanto quanto la ponderatezza.

Il libro che sto leggendo è “L’uomo che vendeva i ricordi” di Donato Di Capua.

È talmente bello che penso lo recensirò qui, nel mio diario virtuale, a manciate, in corso di lettura, e in modo definitivo, una volta concluso, su Cultura al femminile.

http://www.culturalfemminile.com/

Donato Di Capua

2 risposte a "Di stagione in stagione, di libro in libro."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

un blog malin-comico

ho detto sì all'amore ma non avevo capito la domanda

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Sindrome di Stendhal

"Tutte le arti si assomigliano - un tentativo per riempire gli spazi vuoti." Samuel Beckett

Libri vagabondi

Un viaggio infinito tra le pagine magiche dei libri

Amabililettureblog

" La Vita inizia dove finisce la Paura". cit. OSHO

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

LA GAZZETTA DEL SOLE

Solo notizie positive

BiblioBuscate

Il blog della biblioteca di Buscate

Metis Magazine

NEWS IS ALL YOU NEED

Vally's Bookshelf

Non riesco a dormire se non sono circondata da libri

libreria La Vispa Teresa

libreria per ragazzi

Babe, Val Resia

Pratiche, saperi, credenze, rituali e folklore in Val Resia (Udine) Friuli Venezia Giulia

La poltrona gialla

Racconto storie di libri, cibi, luoghi, viaggi, persone, fantasia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: