Riflessioni su “Ambra e cannella. L’amore impossibile è per sempre”- di Nancy Carnevali

Riflessioni su “Ambra e cannella. L’amore impossibile è per sempre”- di Nancy Carnevali

libro riflessioni

Stava per scattare la mezzanotte, quando l’altra sera ho terminato di leggere questo romanzo.

Attorno a me, silenzio.

Il chiarore della luna s’infilava tra le nuvole che volevano coprirne i raggi.

Dentro la mia testa, mille pensieri, la pancia serrata in una morsa.

Avevo letto un bel po’ di pagine e mentre scorrevano, davanti ai miei occhi, righe su righe d’inchiostro, il ritmo del mio cuore accelerava.

Il ritmo narrativo di Nancy Carnevali è serrato.

Frasi corte spianano la strada a passi che inciampano, a persone che guardano da dietro il cedro, a cavalli che corrono alzando arida polvere con gli zoccoli.

Polvere traditrice.

Sulla polvere, acqua purificatrice.

Mi chiedevo come avrei scritto la recensione per il sito “Cultura al femminile”. Come sarei riuscita, l’indomani, a mettere su carta – o su tastiera – tutto quello che conteneva questo romanzo… come?

Inquisizione spagnola, questo è il contesto storico in cui il romanzo si colloca.

Storia d’amore, sì… ma amore non vissuto.

L’amore impossibile è per sempre?

Certo! Perché resta nelle segrete del proprio cuore. Resta bloccato, imprigionato dentro una gabbia la cui serratura è bloccata con ceralacca che profuma d’ambra e cannella.

Un petalo di camelia scivola dal raggio di luna, s’impiglia nelle corde dell’altalena e poi si posa, stanca, vicino ai piedi inermi.

Le mani sfiorano stelle troppo lontane.

L’amore darà un frutto proibito, vietato dalla legge.

L’amore rimarrà amore vivo anche se negato agli occhi.

Leggendolo ho provato tutte le emozioni possibili: attimi di liricità e poesia romanzata, si sono contrapposti a vergogna, sdegno, ribrezzo per il genere umano.

La supremazia… quanto non mi piace!

L’ignoranza che parla con il dialetto del giudizio… quanto la mal sopporto!

E i soprusi, la vigliaccheria, la bestialità in cui può trasformarsi il genere umano, mentre si erige detentore della giustizia e della predominanza… quanto mi fanno stringere i pugni!

Ci si può arrendere, la protagonista lo fa, alle violenze perpetrate su carne morbida.

I lividi più dolorosi sono quelli nascosti allo sguardo.

E la gentilezza, se sconosciuta, quanto può far paura?

Un romanzo storico che abbatte i limiti, anche, della sopportazione umana.

Spezie e oli essenziali che spargono note in stanze illuminate da qualche candela.

Segrete odorose di muffa e lercio.

L’orizzonte visto con gli occhi della libertà, della prigione dorata, della cella oscura, della piazza che arde, dello sgabello calciato.

L’orizzonte.

Sguardi di donna che sfida, perdona, giudica, sorride, lotta, combatte, crede.

Sguardi di uomo che punta il dito, alza la croce, battezza, uccide, protegge, violenta, abusa, ama, coccola protegge.

Sguardi… dentro la Storia.

Lisa.

La recensione che ho fatto per Cultura al femminile la potete leggere a questo link:

http://www.culturalfemminile.com/2017/10/24/ambra-e-cannella-di-nancy-carnevali/

 

wall-1756310_960_720

2 risposte a "Riflessioni su “Ambra e cannella. L’amore impossibile è per sempre”- di Nancy Carnevali"

Add yours

  1. Dalle tue parole traspare quanto hai amato questo libro, quanto tutto quello che accade ha impregnato la tua Anima bella, facendole provare i sentimenti più disparati… è quanto è successo a me questa estate, leggendo ” La sorellanza”, un libro di Helen Bryan: anche io sono rimasto bloccato su quello da scrivere nella mia recensione, perché troppi sono gli eventi che si succedono, in un clima quasi simile a quello del romanzo che hai letto tu; solo che io, quella recensione, non sono ancora riuscito a scriverla…
    Buonanotte, cara Lisa, un abbraccio grande! 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

un blog malin-comico

ho detto sì all'amore ma non avevo capito la domanda

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Sindrome di Stendhal

"Tutte le arti si assomigliano - un tentativo per riempire gli spazi vuoti." Samuel Beckett

Libri vagabondi

Un viaggio infinito tra le pagine magiche dei libri

Amabililettureblog

" La Vita inizia dove finisce la Paura". cit. OSHO

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

LA GAZZETTA DEL SOLE

Solo notizie positive

BiblioBuscate

Il blog della biblioteca di Buscate

Metis Magazine

NEWS IS ALL YOU NEED

Vally's Bookshelf

Non riesco a dormire se non sono circondata da libri

libreria La Vispa Teresa

libreria per ragazzi

Babe, Val Resia

Pratiche, saperi, credenze, rituali e folklore in Val Resia (Udine) Friuli Venezia Giulia

La poltrona gialla

Racconto storie di libri, cibi, luoghi, viaggi, persone, fantasia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: