Nuova lettura, altro genere: “L’incubo di Biancaneve: La città dei mercenari”

E mi sento una cavalletta che saltella di genere in genere…

Non mi è mai piaciuto sentirmi stretta, incasellata, dentro un solo cassetto.

Leggo per capire, per immergermi in contesti simili ai miei, oppure lontani mille miglia da me. Leggo.

Da un signor romanzo storico, sono passata a un racconto i cui protagonisti erano Coscienza ed Ego e ora…

ora infilo i piedi in una storia che sembra di fango, di melma, di lercio.

Niente pizzi, nastri o lustrini. Niente stoffe in broccato, o raggi di luna curiosi.

Non ho ancora ben capito dove mi sto infilando.

Ma si parla di donne, non necessariamente sante e non per forza buone.

Donne non scontate.

Mi si nomina Biancaneve (fortemente simbolica).

Mi si accenna, nella sinossi, a streghe, mele, numero sette.

Simboli.

Io amo i simboli.

In questo libro Biancaneve non canta, con voce soave, filastrocche per bambini.

Questo l’ho capito.

Biancaneve

Sinossi:

Una ragazza sfortunata, usata dalla matrigna come schiava sessuale. Una misteriosa droga spacciata in delle mele. Un’overdose fatale e un viaggio in un mondo parallelo, infetto da un virus mortale e oppresso da sette streghe. Riuscirà Bianca a salvare il principe Darknight tenuto prigioniero nella città dei mercenari? Ma soprattutto, accetterà il suo destino come clone della rivoluzionaria Biancaneve?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

un blog malin-comico

ho detto sì all'amore ma non avevo capito la domanda

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Sindrome di Stendhal

"Tutte le arti si assomigliano - un tentativo per riempire gli spazi vuoti." Samuel Beckett

Libri vagabondi

Un viaggio infinito tra le pagine magiche dei libri

Amabililettureblog

" La Vita inizia dove finisce la Paura". cit. OSHO

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

LA GAZZETTA DEL SOLE

Solo notizie positive

BiblioBuscate

Il blog della biblioteca di Buscate

Metis Magazine

NEWS IS ALL YOU NEED

Vally's Bookshelf

Non riesco a dormire se non sono circondata da libri

libreria La Vispa Teresa

libreria per ragazzi

Babe, Val Resia

Pratiche, saperi, credenze, rituali e folklore in Val Resia (Udine) Friuli Venezia Giulia

La poltrona gialla

Racconto storie di libri, cibi, luoghi, viaggi, persone, fantasia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: