Cos’è leggere, per uno dei protagonisti de “La donna giusta” di Márai Sándor.

"Non si era mai messo a scrivere, o a dipingere, o a far musica: detestava i dilettanti. Leggeva moltissimo, "metodicamente"- era questo il termine che amava usare, troppo metodicamente per i miei gusti. Io leggevo con passione, secondo l'inclinazione e l'umore del momento. Lui leggeva come se stesse adempiendo a uno dei massimi doveri della... Continue Reading →

“L’ illusione” – Seneca

Quadro di Joseph Paelinck "Eros", olio su tela, 1820. L' illusione L'illusione degli umani immagina l'amore come una giovane divinità alata, bruciante d'impeto e armata con arco e frecce. Lo si crede concepito da Venere e figlio di Vulcano. L'amore è invece una grande forza dell'animo, passione dei sensi e generato dalla gioventù. E' sostenuto... Continue Reading →

In lettura: “La donna giusta” di Sándor Márai

Leggere romanzi significa poter saltellare sulla linea del tempo, un piede in avanti e un piede all'indietro. L'ultimo romanzo che ho letto, oramai lo sanno anche i muri, è il libro di Francesca Magni, giornalista contemporanea, pubblicato dalla Giunti Editori il 13 settembre 2017, meno di un mese fa. Basta che le dita tocchino, leggermente, la... Continue Reading →

“Il bambino che disegnava parole” di Francesca Magni

Sta per terminare anche questa settimana dedicata alla dislessia. Una settimana... troppo pochi sette giorni (certo, sempre meglio di nulla) per focalizzare l'attenzione sui disturbi dell'apprendimento. Non sono dislessica. Quando leggo, le lettere seguono un ordine logico e le parole non se ne volano in giro per la carta... Sono da sempre, però, curiosa su... Continue Reading →

“Autunno” poesia di Marino Moretti.

Autunno Il cielo ride un suo riso turchino benché senta l'inverno ormai vicino. Il bosco scherza con le foglie gialle benchè l'inverno senta ormai alle spalle. Ciancia il ruscel col rispecchiato cielo, benchè senta nell'onda il primo gelo. È sorto a piè di un pioppo ossuto e lungo un fiore strano, un fiore ad ombrello,... Continue Reading →

Trovato il primo, forse, racconto di Ernest Hemingway

Uno scrittore non si smentisce mai, nemmeno quando lascia orme sul cammino. Questo penso leggendo la notizia del ritrovamento di quello che potrebbe essere il primo racconto scritto da un Ernest Hemingway bambino. La scoperta, di cui ha dato notizia il New York Times, si deve a Sandra Spanier, direttrice dell'Hemingway Letters Project e docente... Continue Reading →

Calligrafancitando Voltaire…

"Quando vi avrò ben ripetuto che la vita è un bambino che bisogna cullare finchè non si addormenta, avrò detto tutto quello che so." Voltaire - Lettera alla marchesa da Deffand, 22 luglio 1761. “La vie n’est que de l’ennui ou de la crème fouettée” Voltaire "La vita non è che noia o della panna... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: