Da bambino ad adulto, l’evoluzione attraverso la grafologia

grafologia

Girovagando sull’interessantissimo sito http://www.neuroscienze.net/  sono incappata in “Crescere con la grafologia. Uno sguardo sull’evoluzione del bambino attraverso l’analisi della scrittura e del disegno.” del medico pediatra, psicoterapeuta e grafologo giudiziario Angelo Vigliotti.

Si tratta di poche pagine, 48 per la precisione, in cui l’Autore scrive, in modo esplicativo, le connessioni tra movimento interno ed espressione gestuale.

“La scrittura è la storia di un’anima ma non solo.”

Molto coinvolgente lo stile in cui il libro è stato redatto.

Accattivanti i punti trattati.

Quanto, ad esempio, i traumi e le ferite d’infanzia (ma non solo) possono alterare il nostro DNA?

La scrittura è una amica e compagna di crescita, è il diario di bordo che ci fa riflettere e ascoltarci, è il ritratto di un’anima e nel bambino è la storia evolutiva di un uomo che ha o dovrebbe avere un suo futuro.

Si parla dei tre periodi evolutivi del bambino, se ne analizzano i tratti grafici attraverso le lettere che dal carattere stampato mutano in auspicabile corsivo.

E i disegni? Come codificare i tratti delle linee colorate?

Come leggere le emozioni intrappolate dentro un albero dalla chioma simile a una piccola palla, magari sproporzionata rispetto all’alto e robusto tronco?

Un bambino bravissimo a scuola non è immune dalle paure e dai blocchi emotivi, questo è assodato, ma a cosa dovremmo prestare maggior attenzione? Quali i segnali capaci di suggerire eventuali disagi?

Il dottor Vigliotti, come accennato all’inizio, è anche grafologo giudiziario.

All’interno del volume, infatti, troviamo esempi di scrittura di persone tristemente conosciute per brutti fatti di cronaca nazionale.

La tendenza al perfezionismo, spesso porta a una rigidità mentale, a
mancanza fi flessibilità, a non lasciarsi andare, a provare sensi di colpa, a rimanere sempre fedele a se
stesso e anche a chiedere sempre di più.

Ho letto, con calma, tutte le pagine; mi sono persa dentro calligrafie altrui, sono inciampata in tratti colorati che riempivano, prevalentemente, tre sagome: albero, figura umana, casa.

Mi è piaciuta l’impronta ferma, quasi urlata, dell’autore nel ribadire l’importanza dell’attenzione da rivolgere ai bambini, futuri adulti.

Prima di etichettare, bisognerebbe saper leggere tutti gli ingredienti.

Non possiamo essere superficiali nell’analisi del bambino, del
ragazzo e dell’adolescente, soprattutto nella sua evoluzione
psico neuroendocrino immunologica e indagare a fondo sia il
rapporto mente –corpo sia il gioco relazionale con il mondo
interno e il mondo esterno.

Questa che ho appena letto è una rivista scientifica ma so che l’autore ha scritto svariati saggi sull’argomento, credo li leggerò.

 

3 risposte a "Da bambino ad adulto, l’evoluzione attraverso la grafologia"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

un blog malin-comico

ho detto sì all'amore ma non avevo capito la domanda

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Sindrome di Stendhal

"Tutte le arti si assomigliano - un tentativo per riempire gli spazi vuoti." Samuel Beckett

Libri vagabondi

Un viaggio infinito tra le pagine magiche dei libri

Amabililettureblog

" La Vita inizia dove finisce la Paura". cit. OSHO

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

LA GAZZETTA DEL SOLE

Solo notizie positive

BiblioBuscate

Il blog della biblioteca di Buscate

Metis Magazine

NEWS IS ALL YOU NEED

Vally's Bookshelf

Non riesco a dormire se non sono circondata da libri

libreria La Vispa Teresa

libreria per ragazzi

Babe, Val Resia

Pratiche, saperi, credenze, rituali e folklore in Val Resia (Udine) Friuli Venezia Giulia

La poltrona gialla

Racconto storie di libri, cibi, luoghi, viaggi, persone, fantasia

La Masca & Il Sarvan

La nuech, cora sumio, sumio ailamont. / La notte, quando sogno, sogno lassù. (G. Giavelli)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: