Tra carta, mare, fiamme, marmo… l’Estasi.

“Esiste tuttavia una felicità legata all’erotismo che non passa necessariamente attraverso l’atto sessuale. Il senso del piacere e dell’estasi, per esempio.
L’estasi emana un’immagine straordinaria, stupefacente. Significa «star fuori», la sensazione che si avverte quando l’uomo riesce a estraniarsi senza ricorrere alla rimozione della propria condizione. Un po’ come quando si è su una barca, lontani abbastanza dalla terraferma da non riuscire a vederla: nell’istante in cui il cielo e il mare sembrano un’unica prospettiva e un’unica sfumatura, capita di pensare alla propria vita in modo diverso, tutto si essenzializza e si può guardare sé stessi senza il peso del quotidiano, senza il gravame della contemporaneità. Credo che in quel frangente si provi la medesima sensazione vissuta dagli astronauti che vedono la Terra come una palla azzurrina: le tribolazioni diventano minuscoli pensieri, e ci si accorge che pensare alla globalità dell’esistenza anziché ai suoi dettagli, solleva.
L’estasi conduce a una sensazione che si avvicina alla felicità, a qualcosa che assomiglia al nirvana, alla beatitudine, che non è prerogativa di santoni, hippie o folli, ma è una necessità per l’uomo.” Paolo Crepet – Impara a essere felice.

Cercavo un’immagine estatica adatta sia a questo pezzo sia alla mia idea di estasi… non è immediato trovarla.

I motori di ricerca propongono solamente statue e quadri in cui donne beate – o meno – rimandano, con la loro mimica facciale, all’istante di abbandono durante un amplesso metaforico con il Divino.

Bernini Estasi Beata Ludovica Albertoni

Gianlorenzo Bernini, L’estasi della Beata Ludovica Albertoni (dettaglio)

La mia estasi, invece…

Spesso mi sono ritrovata davanti al punto descritto da Crepet: una linea piana in cui il cielo si sfuma con il confine del mare. Dove sono? Al centro di una sfera? Fuori?

orizzonte mare

Dentro, io mi sento posta all’interno. Psicologicamente analizzabile, come tutto!

Acqua, che mi fa sentire più piccola di una stilla di vapore in esalazione… vista sconfinata e centro fuori fuoco. 

Fiamme, seduta a terra, a un palmo di naso dalla lastra del caminetto – a rischio ustione, ne sono consapevole! – lascio che la pelle si faccia rossa mentre le lingue di fuoco saettano davanti al mio sguardo ipnotizzato, governato da pennellate capaci di aprire specchi a una Alice diversamente incantata, che non cerca conigli ma mondi al di là del tangibile… vista limitata e centro inesistente.

fuoco fiamma

Uscire da sé, estasiarsi, abbandonare la concretezza di un quotidiano coriaceo, non su una mongolfiera senza zavorra ma con la consapevolezza di poter ritornare alla vita reale con un semplice movimento d’occhi.

Non credetemi pazza, non lo sono. Semplicemente, talvolta, amo perdermi in mondi senza parole o pensieri… io, al centro di una sfera talmente grande da non avere un centro pregiudicante.

Perché così è il mondo, con tutti al centro della propria sfera.

 

 

Una risposta a "Tra carta, mare, fiamme, marmo… l’Estasi."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

un blog malin-comico

ho detto sì all'amore ma non avevo capito la domanda

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Sindrome di Stendhal

"Tutte le arti si assomigliano - un tentativo per riempire gli spazi vuoti." Samuel Beckett

Libri vagabondi

Un viaggio infinito tra le pagine magiche dei libri

Amabililettureblog

" La Vita inizia dove finisce la Paura". cit. OSHO

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

LA GAZZETTA DEL SOLE

Solo notizie positive

BiblioBuscate

Il blog della biblioteca di Buscate

Metis Magazine

NEWS IS ALL YOU NEED

Vally's Bookshelf

Non riesco a dormire se non sono circondata da libri

libreria La Vispa Teresa

libreria per ragazzi

Babe, Val Resia

Pratiche, saperi, credenze, rituali e folklore in Val Resia (Udine) Friuli Venezia Giulia

La poltrona gialla

Racconto storie di libri, cibi, luoghi, viaggi, persone, fantasia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: