“Come farfalle sull’acqua” – di Monica Tedeschi

farfalla acqua

Si posa delicato, timido, timoroso di far del male sfiorando,

quel raggio di sole sul bordo dell’acqua stagna.

Si posa leggero, infilandosi sulle sfumature perlacee delle ali delle farfalle.

Delicate loro, delicato lui.

Filigrane in intreccio, come fili di un rocchetto dorato, che si appoggiano dolcemente l’uno sull’altro, mescolandosi, quasi unendosi dentro una fusione cosmica.

Ma d’improvviso, carico di spazio, può cambiare la luce un temporale estivo.

Possono giungere sferzate di un vento impetuoso; l’acqua può entrare in guerra, agitandosi.

La fragilità può rompersi, scheggiarsi, frangersi come prezioso cristallo che va in mille pezzi.

Saprà trovare, in tempo, riparo la farfalla?

Saprà gridare la sua paura? Si sentirà prigioniera dentro una teca in cui manca ossigeno? Avrà la forza di aspettare la quiete?

Tutto quasi d’improvviso: i voli pindarici fra fiori e bellezza e il fuggire caotico…

Il libro che ho terminato da poco parla di realtà, non di parole semplici messe in fila con fantasia.

Monica Tedeschi, l’Autrice, con la stessa sensibilità delle farfalle, si è messa a nudo su carta tangibile, carta capace di tagliare, fendere, graffiare.

Si è spogliata della sua stessa carne dando ossigeno alla sua anima, anima ferita.

Ci parla della sua storia, della sua vita di Donna bipolare, del suo incessante desiderio di posarsi tranquilla su un petalo fiorito, senza pensieri, senza fretta, senza ossessione!

Sembra un desiderio semplice e realizzabile, giusto? Che ci vuole?

Ci vuole tanto, ci vuole l’impossibile, ci vuole la forza degli Dei, del Cielo, della Terra, se mentre si combatte Giano fa girare la medaglia e mostra ogni volta l’altra faccia che si possiede.

Ogni volta è un inizio nuovo, conosciuto… ma diverso, diverso perché diverso è, di volta in volta, il vissuto e il bagaglio esperienziale che ci si porta, inevitabilmente, dietro.

Sono pagine di coraggio, di sfida e arrendevolezza, di bianco e di nero, di luce e tenebre.

Come dicono: ognuno è il peggior nemico di se stesso…

Si può cercare conforto tra le pagine di uno, di dieci, di mille libri. Si può – e si deve, in certi casi – cercare conforto affidando la propria vita a degli esperti. Si può fare mille cose, ma la scintilla deve scaturire dall’interno.

E allora, forse, con consapevolezza, il cerchio nell’acqua creerà un altro anello e un altro ancora, e ancora, e ancora…

Monica non si conosce, non sa come sarebbe senza farmaci.

Monica non si rende conto di quanto, però, questa sensibilità, subdola, la renda fragile e forte al contempo!

Questo libro, di riflessioni me ne ha suggerite tante e ha rafforzato una consapevolezza che già avevo: dovremmo sempre, tutti, riflettere sulle conseguenze delle nostre azioni e delle nostre parole. Per chi ci sta davanti, per le orecchie – e il cuore – a cui giungono, potrebbero significare raggio di sole o temporale improvviso.

Lisa.

https://www.letteraturaalternativa.it/shop/storie-di-donne/come-farfalle-sullacqua-monica-tedeschi/

Monica Tedeschi farfalla

4 risposte a "“Come farfalle sull’acqua” – di Monica Tedeschi"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

un blog malin-comico

ho detto sì all'amore ma non avevo capito la domanda

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Sindrome di Stendhal

"Tutte le arti si assomigliano - un tentativo per riempire gli spazi vuoti." Samuel Beckett

Libri vagabondi

Un viaggio infinito tra le pagine magiche dei libri

Amabililettureblog

" La Vita inizia dove finisce la Paura". cit. OSHO

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

LA GAZZETTA DEL SOLE

Solo notizie positive

BiblioBuscate

Il blog della biblioteca di Buscate

Metis Magazine

NEWS IS ALL YOU NEED

Vally's Bookshelf

Non riesco a dormire se non sono circondata da libri

libreria La Vispa Teresa

libreria per ragazzi

Babe, Val Resia

Pratiche, saperi, credenze, rituali e folklore in Val Resia (Udine) Friuli Venezia Giulia

La poltrona gialla

Racconto storie di libri, cibi, luoghi, viaggi, persone, fantasia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: