Diario di lettura – 2017

Diario di lettura, libri, 2017
Rcordi di letture, di zattere che mi hanno permesso di galleggiare su mari sconosciuti, più o meno. Ogni libro un viaggio, lo si dice dice sempre ma è vero. È così. È un dato di fatto!

1: Byron, storia del cane che mi insegnò la serenità – di Antonella Boralevi

Molto carino. Non amo la Boralevi, come personaggio televisivo, eppure il suo libro mi è piaciuto. Sarà che trattandosi di amore canino l’argomento alimentava l’empatia? Le pagine sono volate, mi ci sono immersa totalmente… e sorridevo, la sera, quando di rientro da qualche seratina conviviale, natalizia, in cui ci si scambiava baci, auguri, strette mani e calici pieni di bollicine, sapevo che ad attendermi sul comodino c’era Byron con tutte le sue avventure semplici, dolci e rassicuranti… storie dal profumo di casa.

2: L’amore è una sorpresa – Maria Cristina Sferra

Tre racconti semplici, che si leggono in poco meno di un paio d’ore. Tre donne, diverse per età. Tre amori da scoprire, da vivere o da riscoprire.

Una pausa delicata, scritta bene e capace di far sentire battiti di cuore, dal ritmo diverso.

Al link, la mia recensione completa: https://www.culturalfemminile.com/2017/01/08/lamore-e-una-sorpresa/?

3Tante stelle cadenti e un unico desiderio: autobiografia di una dislessica – Rosa Serena Landro

Toccante testimonianza autobiografica. Cosa significa “essere diversi“? Si è davvero “diversi”, poi? Quanto è fondamentale la volontà di superare gli ostacoli, la grinta e la compensazione? Quanto è determinante anche solo una parola, sbagliata, pronunciata da una bocca distratta?

4La ragazza che domava gli incubi – Ransom Riggs

Lei è una ragazza speciale, che abita nel paese in cui si trova la “famosa” casa di Miss Peregrine. Si legge in poco tempo, simile ad una fiaba gotica (forse lo è?) fa riflettere su un paio di punti. Ad esempio: se voi poteste estrarre dalla testa delle persone gli incubi che non permettono loro di dormire… lo fareste a cuor leggero? Sicuri che sarebbe sempre un favore, quello che fareste loro? Riassumo con un aggettivo che uso raramente perché non mi piacciono le vie di mezzo: carino.

5La cena della vigilia: se vuoi parlare, usa la mia voce– di Angela Parise

Immaginatevi un pentolone colmo di acqua bollente… potete decidere di starne alla larga, di immergervi piano i piedi o le mani, o di tuffarvici dentro d’un colpo.

La mia recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/01/10/la-cena-della-vigilia-angela-parise/

6Acchiappanumeri e perdigiorno in 6 storie e 6 litigi– di Nietta Caridei

Beh, una favola ci vuole sempre!

7Dizionario di retorica e figure retoriche – di Lopiano

Me ne fossero rimasti in testa metà dei termini che ho letto! Tra sineresiZeugmaSinalefePoliptoto e chi più ne ha, più ne metta… mi è riandato in ebollizione il neurone rimasto! Molto, molto interessante e utile da tenere sempre sotto mano 😉

8Sonetti lussuriosi e dubbi amorosi – di Pietro Aretino

Leggendo questo, mi è venuto in mente il libro – che mi aveva fatto accapponare la pelle – delle lettere di Mozart alla sorella… uguale uguale!

Se ti han condannato per oscenità ne han avuto ben donde! Fino all’800 i tuoi scritti han circolato clandestini… 
Agli anni nostri, la critica ti rivaluta riconoscendoti una scrittura istintiva che ha una stratificazione calcolata. 
Dicano quel che vogliono, io sono rimasta basita! Ma perché scrivevi quelle cose scurrili? Io non sono bigotta ma, perdio, un po’ di grazia in più sarebbe stata cosa gradita! Che disturbi avevi? Com’erano i rapporto con tua madre, figliolo? Disturbati? Eri scatofobico? Eri ossessionato dall’immagine di Priapo con gli attributi di Ermes? Alla faccia del voler riempire il tempo scarabocchiando sonetti!
Il titolo: “Sonetti lussuriosi e dubbi amorosi”. 
Potevo prevederlo, hai ragione.

Ti preferisco in frasi così:
“La lode che s’acquista in non lasciarsi offendere avanza la gloria che si guadagna vendicandosi. (da La Talanta, atto III, scena XVII)”

9Myosotis – di Elena Staderini

Un libro talmente “pieno” da rendere difficile una recensione. Un cerchio, un insieme, un romanzo a tutto tondo. Storia, quella vera, mescolata alle vite di persone piccole rispetto all’Universo.

Stupendo.

La recensione completa, qui:

https://www.culturalfemminile.com/2017/01/29/myosotis-insieme-vita-vita-elisa-staderini/?

10Cuori confusi – di Claudia Piano

Un romance leggero, fresco e genuino. Un sentimento di amicizia pura, trasformatosi fin da subito in celato amore, che sfida gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza, sbocciando negli anni della maturità. Una storia dolce.

11Conoscere la biologia delle credenze: come la mente influenza il benessere del nostro corpo – di Marco Alis

Evidenziatura si accavalla a evidenziatura, tra Cartesio, Darwin e epigenetica. Molto interessante o ricco di spunti su cui poter riflettere. Fisica quantistica, atomi, onde, geni e energie fuse insieme. Malattie, effetti placebo, positività, ipofisi e proteine… di tutto un po’, ma spiegato con fluidità, scongiurando l’effetto mappazzone.

Recensione completa qui:

“La storia della vita sul pianeta ci insegna che per evolvere a livello personale, ma anche per la sopravvivenza della nostra specie, occorre rivalutare ciò in cui crediamo e ampliare la nostra mente per accogliere anche l’altra parte del mondo e di noi stessi, quella apparentemente incomprensibile.”

12Il miracolo delle reincarnazioni – di Portillo Gabriela

Carino. Non imperdibile ma, leggerlo, ha avuto il suo perché.

13S(catenata) – di Sara Colella

Violenza, abbandono, illusione, delusione, difficoltà e vento in faccia… sempre vento contro, sempre.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/02/09/scatenata-di-sara-colella/?

14Il viaggio della strega bambina – di Celia Rees

La rassegnazione di muovere passi difficili, spinta dal senso del “giusto”, l’acqua che monda pelle troppo giovane per essere troppo sporca, il cuore in fiamme, mentre l’orizzonte d’acqua si macchia di ghiaccio. La Bibbia, i puritani, colori scuri, sguardo basso e mani congiunte.

Una delle mie più belle letture.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/02/13/viaggio-della-strega-bambina-celia-rees/?

15Romanzo d’una signorina perbene – di Anna Vertua Gentile

Come mi immaginavo, come mi pregustavo, si è trattato di una lettura elegantissima e molto raffinata.

16Le parole, il cuore, le idee per fermare la violenza – Antologia a scopo benefico

un’antologia, a scopo benefico, per sensibilizzare la gente contro la violenza (le vendite sostengono la casa delle donne nella Marsica, del centro antiviolenza BeFree.

Recensione al link:

https://www.culturalfemminile.com/2017/02/16/le-parole-cuore-le-idee-fermare-la-violenza-autori-vari/?

17Mai più senza – di Giuseppe Calzi

Una lettura capace di tenere sul filo del rasoio, con il fiato sospeso in una terra di Mezzo. Viaggio al centro della propria mente, durante un black out semi-cognitivo. Chi, come me, sa cosa siano gli attacchi di panico s’immedesimerà, fin troppo bene, nel protagonista.

18Ricorderò domani: Una storia di madri e figlie – di Erica Jong

Bellissimo e delicato quanto sfacciato.

Un romanzo scritto dalla femminista, poetessa, pluridivorziata, pluripremiata, artista e figlia d’artisti: Erica Jong.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/03/11/ricordero-domani-storia-madri-figlie-erica-jong/?

19Dell’Amore e della spada: Beatrice e Giuliano AD 1513 – di Giovanna Barbieri

1513 Anno del Signore. 
Giovanna Barbieri, attraverso le pagine del suo ultimo romanzo, mi ha fatto fuggire con i capelli raccolti dentro una retina dorata, perdermi, ritrovarmi e fremere di paura o d’amore. Il coraggio e la risolutezza delle donne, dall’antichità ad oggi, si possono celare dentro romanzi in cui le lame scintillano sotto il riflesso delle lanterne. 

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/03/22/dellamore-della-spada-beatrice-giuliano-ad-1513-giovanna-barbieri/?

20Beniamino – di Bassetti Angelo

Un libro che nasce dalle storie che le nonne, compresa la nonna dell’autore, raccontavano nelle fredde sere d’autunno, nella stalla, mentre sfogliavano il granoturco e si mangiavano le caldarroste.

21Lucrezia Borgia, Giulia Farnese. Le donne più desiderate del Rinascimento – di Bruna K. Midleton

La virtù deve render forte per poter recare libertà.

Bellissimo romanzo storico.

Texture di tessuto pregiato avvolgono tramature incestuose, celate, bisbigliate, sussurrate… oppure lasciate sfacciatamente girare tra corridoi impudichi e lenzuola nere su cui pelle diafana, giovane, risalta.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/04/05/lucrezia-borgia-giulia-farnese-bruna-k-midleton/?

22Sussurri in un giardino – di Judith Lennox

un libro che resta impresso come i tralicci di glicine si intrecciano sulla pianta dei ricordi.
Un libro di arte pura… e pura emozione. 
Per chi ama i palpiti d’amore, i romanzi storici, l’arte e i prati in fiori.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/04/27/sussurri-un-giardino-judith-lennox/?

23Il fiume di Cristallo – di Sergio Bambarén

“Se potessi sentire quel che vedo…
Se potessi vedere ciò che sento… “

Ecco la mia recensione ad un libro magico perché pregno di armonia. Pregno di VITA.

https://www.culturalfemminile.com/2017/04/22/fiume-cristallo-sergio-bambaren/?

24Serena – di Sergio Bambarén

Una storia che si legge in fretta, che non tradisce il solito modo di scrivere dell’autore: una libro dolce, riflessivo, delicato.

25Il piccolo libro del sognatore – di Sergio Bambarén

Una raccolta di pensieri sulla flora e sulla fauna. Molto carino.

26Se fossi una strega – di Celia Rees

tanto ho amato “Il viaggio della strega bambina” e tanto ho amato questo romanzo. I due libri sono collegati tra loro (questo è il secondo) ma possono, in tranquillità, essere letti in modo indipendente.

Contesto sciamanico, pietre di quarzo rovente che sembrano sprigionare immagini di falene in circolo.

Ho freddo, ho caldo, mentre dei ciuffi di salvia si essiccano a testa in giù

27Il giardino delle erbe proibite – di Titania Hardie

Meraviglioso! Tra simboli, profumi e segreti, a spasso attraverso un “tempo corale”. Come i viticci delle rose antichi si intrecciano alle rose tinte di blu, così le storie delle protagoniste si uniscono tra loro.

28Temaki – di Caterina Stile

Un romanzo sull’Amicizia, quella vera, con la A maiuscola che sa resistere alle intemperie provocate dalla biologica crescita individuale.
Un romanzo semplice e al tempo stesso complicato, come sempre sa essere la Vita.

Recensione:

https://www.culturalfemminile.com/2017/05/24/temaki-caterina-stile/?

29Pelle di donna – di Alina Rizzi

Ieri, oggi, domani.
Un libro forte, un libro importante. 
Perché le lacrime versate non vengano dimenticate…

https://www.culturalfemminile.com/2017/05/13/pelle-donna-alina-rizzi/?

30La Mela e altri peccati poco originali – di Massimiliano Colucci

La mela verde si lascia muovere dal vento. Voragini si aprono sotto le radici dell’albero. Confusione, Chaos, serpenti e pudore. Tutto questo dentro un libro diverso da molti altri. Un libro sfacciato, che non teme di nominare. Un libro, a tratti, irriverente. Un libro scritto con mano erudita,letterata, colta, che usa termini oculati e chirurgicamente legati gli uni agli altri. 

https://www.culturalfemminile.com/2017/05/16/la-mela-altri-peccati-poco-originali-massimiliano-colucci/?

31Solo una vita – di Mariuccia La Manna

mi sono sentita catturata dentro una morsa. Una scrittura eccellente, un tema fortissimo: l’amore insano, quello che ti uccide le farfalle nello stomaco. 
I miei complimenti all’autrice, scrivere di queste cose è importante tanto quanto difficile!
Tutte dovremmo essere libere di poter guardare l’orizzonte del nostro domani. Sottolineo: nostro!

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/07/03/solo-una-vita-di-mariuccia-la-manna/?

32Vivere fino all’ultimo respiro – di Gianella Girotto

“Vivere fino all’ultimo respiro” è il nuovo saggio scritto dalla psicologa e psicoterapeuta Gianella Girotto.
Essere professionisti, in questo caso, significa indossare una maschera capace di rendere immuni dal dolore proprio o altrui? No, bensì accresce l’empatia utile per aiutare davvero chi ne necessita. 
Un libro che, parlando della morte, inneggia alla vita. Parole che donano aiuto e speranza… e respiro!

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/05/24/vivere-fino-allultimo-respiro-girotto/?

33Il dolore nell’arte – di Antonio Fogazzaro

il saggio scritto da Fogazzaro su quanto il dolore, appunto, sia da sempre il soggetto, la musa di artisti scultori, poeti e letterati.
Perché? che corde tocca in chi guarda un’opera? Interessantissima lettura.

34Milioni di farfalle – di Alexander Eben

Bello, interessante, riflessivo. Lo rileggerò di certo poiché si tratta di uno di quei romanzi di cui puoi ritornare a sentirne necessità.

35Vietato leggere all’inferno – – Roberto Gerilli

Ecco, a distanza di tempo, stilando questo diario di letture e “impressioni non a freddo” mi accorgo che non avevo terminato la lettura di questo libro. Una cosa ricordo bene, però, mi stava piacendo tantissimo e ricordo l’intelligenza narrativa, farcita d’ironia, dello scrittore. Lo rileggerò presto e arriverò fino alla fine!

P.s: mi sa che mentre leggevo questo libro, la copertina del libro del Signore qui sotto mi è capitata sotto gli occhi e non ho resistito.

36La meccanica del cuore – di Mathias Malzieu

Lo ammetto: a convincermi sulla fiducia, è stata la copertina firmata da Benjamin Lacombe (official Page), un nome, una garanzia! Uno stile unico di disegnare emozioni, come unico è, tuttavia, lo stile narrativo di Malzieu. Pare comporre sinfonie a parole. Non solo favola, non solo steampunk, non splatter, non gothic-novel… ma, di tutto ciò, un insieme ben miscelato. Scordatevi di scorgere granelli di zucchero: ne sentirete solamente il sapore in bocca. Vedrete sbriciolarsi la luna, forse per questo vi rattristerete. Ma vederete, anche, le piccole sue briciole, illuminare le foglie come lucciole a mezzanotte. Poi arriverà di nuovo una folata di vento, sul cuore.
Un cuore di legno che incontra una scintilla di fuoco.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/06/13/la-meccanica-del-cuore-malzieu/?

37Fuori piove – di Serena Ricciardulli

Una lettura scorrevolissima e capace di far spesso sorridere il lettore. Avete presente Sex & The city? Ebbene, l’atmosfera è quella! Però, qui, le amiche sono cinque e sono livornesi. 
Toglietevi le Jimmy Choo dai piedi, sbarazzatevi dalle Converse vintage, appoggiate a terra tracolle di stoffa e pochette Armani. Fate una pausa e chiacchierate con le vostre amiche!

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/06/28/fuori-piove-di-serena-ricciardulli/?

38Le Beatrici – di Stefano Benni

Che visionario! La sua follia creativa, penso abbia dato, in queste pagine, libero sfoggio di sé! Un viaggio quasi psichedelico dentro spaccati di donne dissacranti (non lontane dalla realtà, però!). Suor Filomena? La amo, su di lei leggerei un intero romanzo.

39Diario di scuola – di Daniel Pennac

Credo che questo libro, meraviglioso, abbia poco bisogno delle mie impressioni. Mi viene solo voglia di scrivere: “Daniel, uno di noi!”

40Eva e doc: storia di una psicoterapia – di Salvatore di Salvo

Questo è il resoconto di 5 anni di psicoterapia raccontata del punto di vista sia dello psicologo e sia della paziente, una giovane donna che studiava psicologia e che aveva tenuto una specie di diario con le sue considerazioni durante la terapia.

41La grande madre.   Fenomenologia delle configurazioni femminili dell’inconscio – di Erich Neumann

L’ho ristudiato per il terzo romanzo che ho in stesura (ancora oggi, che siamo nel 2019).

Quasi una Bibbia, per me! Da tenere sempre a portata di mano. Assolutamente.

42E i bambini osservano muti – di Giuseppe Marotta

Il bello della lettura, è la possibilità di sentirsi una pallina che rimbalza di genere in genere. Le sponde che mi arginano sono i contesti diversi in cui mi colloco, se l’autore è bravo!

Napoli, il mio punto di vista è quello di un bambino di dieci anni che… 
che è…  nipote di un nonno camorrista e di un padre vigliacco. Una storia potente, scardinante, feroce. Una storia di sangue e nuvole. Una storia di lotta e speranza.

43Là dove arrivano gli angeli – di Diana Mayer Grego

Piccola raccolta di poesie e aneddoti familiari dell’Autrice. Piccola, peccato! Avrei letto volentieri molte più pagine. Da ogni pagina vibra energia e il rumore, delicato, delle piume dell’Angelo Custode, si sente anche tappandosi le orecchie. Parole come ali che accarezzano il cuore., Certe poesie, certi ricordi, sono talmente intensi da commuovere.L’Autrice ha scritto con l’anima.

44Se Arianna. Storia vera di una famiglia «diversamente normale» – di Anna Visciani

Toccante, incisivo, tagliente, sfacciato. Cosa significa vivere con una figlia tetraplegica? Cosa significa, tolte le ipocrisie?

Un libro che graffia, brucia, scompone.
Una realtà che non si può modificare ti allena alla resilienza. Un libro corale in cui i punti di vista si alternano veicolando, alla fine, lo stesso sentimento: la grandezza di un microcosmo, una famiglia, in cui l’amore governa giorni di tempesta o sole. Un libro importante da leggere, importante davvero!

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/08/25/se-arianna-storia-vera-di-una-famiglia-diversamente-normale-di-anna-visciani/?

45Un esempio sbagliato – di Tina Caramanico

Quanto conta il cattivo esempio? Quanto pesano i ricordi? Quanto è importante il “lasciarsi scorrere”? Un libro che di questo parla, con schiettezza, senso dell’umorismo e cruda realtà. Ingredienti non miscelabili? Sbagliato! Non esagero, non mi pagano per dirlo e non scrivo ciò che non penso: questo romanzo è geniale!

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/07/26/un-cattivo-esempio-di-tina-caramanico/?

46Sai tenere un segreto? – di Sophie Kinsella

Devo proprio scrivero? Chi ha letto i suoi libri sa quanto sia leggera, ironica, frizzante e divertente. Sì, leggero, molto scorrevole, ben scritto e con degli spunti di riflessione. Insomma, un buon Chick lit! A metà ho capito quello che stava accadendo… ma non era comunque scontato! Non è la solita storia, questo è certo!
Inoltre, chi di noi donne non ha un segreto “dei suoi”? Pensa se tutti diventassimo trasparenti, nudi, senza convenzioni suggerite dal buon senso! Un macello. In effetti…

Una lettura da ombrellone e non uccidetemi perché ho usato questa definizione! Pure io sotto l’ombrellone leggo anche cose serie… non Foucalt o Neumann però, per dire! Bauman sì, lui posso leggerlo ovunque!

47Cose che abbiamo in comune. 44 lettere dal mondo liquido – di Zygmunt Bauman

Bauman è uno sociologo che analizza, sempre, con puntiglio e sensibilità ogni cosa che ci circonda, destrutturando e costruendo pensieri in modo meraviglioso. Liquide sono le sue parole che ci scorrono dentro generando pensieri e riflessioni.

48Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza – di Dacia Maraini

Un passaggio che mi ero evidenziata in corso di lettura e che riporto qui per riassumere in poche righe il registro di un romanzo meraviglioso:

“La grandezza di una donna sta anche nelle sue contraddizioni, sta nel cercare di capire il mondo, sta nel formarsi delle idee, nel leggere, nell’informarsi, nel sapersi cambiare, nel sapersi vincere, nel conoscersi piano piano, nel decidere quale strada seguire. A essere nati già perfetti e santi che merito c’è?”

49Qualcosa – di Chiara Gamberale

Una velocissima favola, illustrata, di Chiara Gamberale.

Qualcosa di carino, ecco.
Capisco tutti quelli che dicono di volerlo far leggere ai figli, meno capisco quelli che dicono si tratti di una favola per adulti. Si è trattato di una piacevole lettura e le illustrazioni erano perfette e davvero simpatiche, ma non è stato, ecco, non è stato Qualcosa di troppo 😉

50L’amore dannoso – di Maria Rita Parsi

Lei, Lei è una delle mie eroine contemporanee! L’ho vista, le ho stretto la mano, ci ho parlato. Mi sono emozionata!

Siamo individui pensanti. Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale o contraria. Siamo anelli di una catena che ha avuto origine generazioni e generazioni addietro. Siamo noi.. e le catene capaci di generare tossicità, si possono spezzare. Destrutturare per poter stratificare in equilibrio. Una lettura difficile. L’inenarrabile si rivela attraverso i destini concatenati tra loro.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/08/31/lamore-dannoso-uscire-dal-labirinto-dei-rapporti-sbagliati-maria-rita-parsi/?

51Le tre dimensioni di psiche – di Frank Ranzato

Psicologia analitica esposta in modo chiaro ed esaustivo. Dimensione soma, psychè e pneuma… l’importanza di un auspicato equilibrio salvifico.

52Mentre il pescecane dorme – di Milena Agus

“Mentre dorme il pescecane” è un romanzo di poche pagine, 171 per la precisione, ma per impatto emotivo è ENORME! Sconsigliato a chi non ha “pelo sullo stomaco”, a chi si reputa puritano, ai perbenisti, ai troppo sensibili. Io lo sono – troppo sensibile – e vi garantisco che non è un pregio ma un difetto… ma questo libro l’ho letto d’un fiato perché l’ingenuità con cui l’Io narrante scrive, crea un contrasto che lo rende una calamita. Un romanzo che narra di solitudini lontanissime, eppur così vicine, tra loro. Un romanzo che sviscera il dolore, facendolo uscire dalla bocca del pescecane, mentre dorme.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/09/04/dorme-pescecane-milena-agus/?

53L’uomo che vendeva i ricordi – di Donato Di Capua

La lettura de “L’uomo che vendeva ricordi” è stata un viaggio, magico, accanto al camminare di Emanuele, il protagonista. Passi ora veloci, ora lentissimi, hanno scandito il tempo del battere d’ali. Donato Di Capua, in questo libro, ha azzerato il limite tra memoria e amnesia.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/09/25/luomo-che-vendeva-ricordi-donato-di-capua/?

54Il bambino che disegnava parole – di Francesca Magni

Questo è un libro a cui sono particolarmente legata.

Se le parole fossero palloncini che volano senza un senso? Se fossero, quelle parole, fogliettini in balia di raffiche di vento? 
In questa nostra società liquida, se non sai nuotare come la massa, rischi di affogare. 
Questa è la storia di Francesca Magni e della sua famiglia; la storia di Filippo (Teo, nel libro) un bambino, ora ragazzo, dislessico. Uno studente che, con buoni risultati,ora frequenta il liceo classico e, tra una declinazione e l’altra, inventa qualche parola 😉 
Una storia non fiction, un romanzo documento, da leggere anche solo per saperne di più.
La determinazione può smuovere le montagne.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/10/04/il-bambino-che-disegnava-parole-di-francesca-magni/?

55Ambra e cannella. L’amore impossibile è per sempre – di Nancy Carnevali

Non i pregiudizi, non l’inquisizione spagnola, non le convenzioni… nulla potrà bloccare la forza di un sentimento, nemmeno se esso sarà nascosto al cielo e agli occhi. Il romanzo di Nancy Carnevali “Ambra e cannella. L’amore impossibile è per sempre” rapisce, fa soffrire – non esagero – indigna, accarezza e commuove. Un romanzo tremendamente forte.
Non un romanzo rosa.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/10/24/ambra-e-cannella-di-nancy-carnevali/?

56Favolando – I colori della diversità – di A.A.V.V.

Da scrittrici e illustratrici dall’animo magico, non può che venirci presentato un libro che illumina, con polvere di stelle, le lacrime di chi si sente solo.
Facendoci volare, di favola in favola, ecco un libro volto all’educazione dei bambini, circa la diversità, o presunta tale, di ognuno di noi. In fondo, non siamo tutti diversi? Uguali nelle nostre unicità? Non è, forse, ognuno unico per le proprie specificità?

Polvere di stelle magica scende, come fiocchi di candida neve, sulle lacrime dei bambini che si sentono diversi.
I diritti d’autore verranno devoluti alla Fonddazione ABIO.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/11/07/favolando-i-colori-della-diversita/?

57Cara Speranza – Marchesa Colombi

  Si chiamava Amalia. Però, malgrado quel nome gentile, era una fra le più rozze campagnuole delle risaie, quando si presentò in casa nostra ad offrirsi come serva.  

Con firma della Marchesa Colombi, una raccolta di novelle, dal sapor verghiano, ironiche, struggenti, appassionate e, in particolar modo, oneste.
Così è… se vi pare!

Recensioni complete (diverse):

https://lisamolaro.wordpress.com/2017/11/01/in-lettura-un-libro-della-marchesa-colombi-ma-voi-sapete-chi-e/

https://www.culturalfemminile.com/2017/11/08/cara-speranza-marchesa-colombi/?

58Cagliostro. La doppia vita e l’intrigo maltese – Frans Sammut

Di lui si sono musicate delle opere, scritto romanzi, biografie e proiettato pellicole, ma chi era, realmente, il Conte Cagliostro?
Lo storico maltese Frans Sammut ha scritto questa monografia, pubblicata dalla Bonfirraro Editore, con dovizia di aneddoti, citazioni e dati socio-culturali.
Del resto, cercare le origine storiche di colui che si definisce:
“Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.” non è cosa semplice…

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/12/14/cagliostro-frans-sammut/?

59Le più antiche storie del mondo – Gaster Theodor H.

Qualcuno, probabilmente una persona dotta, ha inciso caratteri cuneiformi.
Qualcuno, ha riportato alla luce antiche tavolette, passandoci sopra forse delicati pennelli.
Qualcuno di noto ha poi unito queste tavolette d’argilla e le ha trascritte, analizzate, commentate, sviscerate… anche per me che le ho appena lette! le storie hanno il potere dell’immortalità…
Immortalità che fin dai tempi dei tempi è stata inseguita, sfiorata, persa, ingannata, avvelenata e truffata.
Leggende folcloristiche, mitologia babilonese, ittita o sumera… 
Il dio della giustizia chiude, non sempre, gli occhi.
Il vento soffia e poi tace, per sette giorni interi.
Sette porte da superare… o la porta che ti chiude il calcagno nel mezzo dei battenti.
L’aquila non è più amica del serpente.
Le fauci sputano fuoco, le frecce volano e le pietre generano vita.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2017/12/11/le-piu-antiche-storie-del-mondo-gaster/?

60La dama in bianco – Antonia Romagnoli

Si tratta di un romanzo regency, sequel indipendente de “La Dama in Grigio”.

Un romanzo d’amore, storico, dove i duelli non sono fatti a filo di spada, dove non ci sono petti sudati e donne in ginocchio, dove la banalità e la viscosità del miele non si infilano tra le pagine.

Antonia Romagnoli sfuma anche scene d’amore intenso, ma lo fa in modo in modo talmente elegante da far assumere al lettore l’aria trasognata dei palpiti d’attesa.

Recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2018/01/03/la-dama-in-bianco-di-antonia-romagnoli/?

Quest’anno (2019) ho letto anche l’ultimo libro della saga, freschissimo di stampa “La dama in verde” 😉

61Gente per bene -Marchesa Colombi

Dalla prima pubblicazione di questo Galateo, son passati 141 anni.
Sarebbe anacronistico voler prendere alla lettere ogni postilla, eppure l’ho trovato molto attuale! Andrebbe letto a molti bambini (e non solo) contemporanei.
In questo libro ci sono una marea di aneddoti, consigli e suggerimenti. Una marea di informazioni, di eleganze e convenzioni. Con un occhio di riguardo a Sua Maestà Sincerità, l’ironica e pungente Marchesa mi ha accompagnato verso questa parabola che porta una infante all’età della maturazione. Non si sentano esclusi i maschi, ben presenti in ogni capitolo… ovviamente! 
Ricordatevi, anche se sembra impossibile, c’è sempre un modo di dire con garbo anche le cose più disdicevoli.

recensione completa:

https://www.culturalfemminile.com/2018/01/06/la-gente-per-bene-marchesa-colombi/?

Annunci

8 risposte a "Diario di lettura – 2017"

Add yours

    1. Ricambio, con molto piacere, il buongiorno!
      Un post corposo, in cui la prolissa che mi abita ha cercato di essere sintetica scrivendo poche righe per libro letto. E niente, non le riesce granché bene, essere concisa. Invidio chi riesce, con me sola riga, a parlare di un libro…
      Ma ognuno ha le sue caratteristiche, io – come molti – emergo dalle letture con una veloce scrollata solo se il libro non mi è piaciuto, ma capita raramente.
      Oggi, o domani, pubblicherò quello dell’anno scorso e poi, finalmente, scriverò quello attuale, riportando le impressioni in corso di lettura.
      Ma dimmi, da questo diario abbiamo qualche lettura condivisa?

      Mi piace

  1. i libri sono sterminati, leggo molto eppure c’è un solo titolo in comune tra me e te (le Beatrici di Benni) in questa ampia carrellata. E questa constatazione, anzichè deprimermi, mi affascina.
    terrò presente le tue segnalazioni per letture future 🙂
    ml

    Mi piace

    1. Questo è il bello del nuotare in questi oceani di carta e monitor! Le contaminazioni, i suggerimenti, le disserzioni, i confronti, i gusti diversi e le diramazioni che ne conseguono. Non uso il diario di lettura come ruota del pavone bensì come post-it – anche personale – di citazioni e impressioni. Leggo tanto e, purtroppo, la memoria non emozionale non è mai stata il mio punto di forza.
      Domani pubblico le letture dell’anno scorso, l’articolo è quasi terminato. Mi farà piacere, poi, sapere se qualche libro ti avrà incuriosito o se ne abbiamo condiviso la lettura.

      Mi piace

  2. Sono uno che legge molto ma ho trovato in comune tre libri, ovvero 7, 8 e 33(quest’ulimo è nel mio Kindle, ma non l’ho ancora letto. Il titolo l’ho trovato davvero particolare: un po’ come l’estasi di sante e santi e tu nel tuo di letture elenco ne hai inserito qualcuno, cosa che mi ha incuriosito perché sono stato tentato di leggere qualche vita di sante). Nella recensione dei libri sei stata concisa, il problema, se di problema vogliamo parlare, è nella quantita di libri che hai presentato. Anzi, mi complimento per la voracità delle tue letture.

    Mi piace

    1. Grazie, ma ti garantisco che leggo piano. Io ho bisogno di immaginare tutto quello che lo scrittore mette su carta. Ho bisogno di vivere le emozioni e questo anche se leggo un saggio. La mia empatia mi fa entrare dentro il lessico, dentro l’architettura, la genetica, l’animo umano o l’insetto di turno.
      È un vivere difficile 😅, lo riconosco.
      Per quanto riguarda la quantità, beh, c’è chi legge molto meno e chi molto di più, rispetto a me. La quantità non è un traguardo quanto lo è il saper scegliere libri che mi interessano, in questo marasma di pubblicazioni. È che troppo c’è da leggere e troppe sono le mie passioni… ecco spiegato la quantità ed ecco spiegato perché mi definisco bulimica. Poi soffro d’insonnia, è quindi…

      L’anno scorso ho letto, comunque, di meno e quest’anno ancor meno dell’anno scorso… per ora.

      Mi piace

      1. Entri in tutto ciò che leggi, lettrice bulimica e insonne … be’, non ci piove: sappilo, cosciente o ppuree no, sei una scrittrice. C’è chi si da al calcio, all’ippica e via discorrendo, tu devi assolutamente darti alla scrittura. E pubblicare. Ciao

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Maryland

📚Le mie letture📚

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Il Mattarello d'Oro

Cucina con amore e tutto verrà più buono!

DADAWORD

Vivere e raccontare...

Chiedilo all'Orango

Recensioni, consigli e percorsi di lettura per ragazzi e giovani adulti

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

prima della pioggia

Patrizia Caffiero

IL RIFUGIO DELL'IRCOCERVO

letterature, mondi e animali mitologici

Giulia Ciarapica

Voglio un uomo che mi guardi con la stessa passione con cui io guardo un libro.

Manuel Chiacchiararelli

Writer, photographer, explorer

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

Fondazione M

M è la lettera che racchiude tutti i segni

Rebel Fashion Blog

Il portale tra Moda e Lifestyle

Tracce di jazz

from jazz-fans to jazz-fans

Lo Specchio di Ego

Storie di Letteratura e Filosofia

MICALIEN

music and journeys | la mia finestra sul mondo

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

orearovescio

scrivere è entrare nelle ore a rovescio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: