“I segreti della cronobiologia” – di Marie Borrel

"I segreti della cronobiologia" di Marie Borrel, libro, manuale, guida per vivere in armonia con il proprio orologio orologio interno.

Voglio iniziare questo articolo prendendo in prestito le parole del neurologo Paolo Zolo: «L’alternanza luce/buio veglia/sonno è percepita già dal feto. Avere consapevolezza dei nostri ritmi innati si ripercuote nello stile di vita»

Proprio attorno a questa consapevolezza è incentrato il libro “I segreti della cronobiologia” di Marie Borrel – giornalista ed esperta di benessere e salute, autrice di diversi libri sul tema – con prefazione di François Duforez – medico e docente dello sport e del sonno, specialista del benessere sul lavoroSperling & Kupfer, 2017.

Problemi di insonnia e sensazione di spossatezza, sovrappeso ostinato nonostante le diete e i sacrifici, picchi di ansia o depressioni stagionali, mancanza di concentrazione… La causa comune di questi disturbi sempre più diffusi potrebbe essere uno sfasamento del ritmo naturale del nostro organismo. Ciascuno di noi, infatti, ha un raffinato «orologio interno» che segna un tempo diverso rispetto a quello artificiale del nostro stile di vita frenetico e iperconnesso. Non solo ci sentiamo costretti a fare tutto troppo in fretta, senza mai staccare davvero, ma spesso anche a farlo nel momento sbagliato. Imparando invece a leggere gli importanti segnali del nostro orologio interno e a sincronizzarci meglio con il suo ritmo, otterremo immensi benefici sia a livello fisico sia a livello mentale. L’autrice ha messo a punto un accurato test per individuare il nostro «cronotipo» e, per ciascuno, fornisce consigli mirati per tutti gli ambiti: sonno, alimentazione, umore, prestazioni sportive, bellezza e cura del corpo, rendimento mentale e lavorativo. Grazie a questa guida chiara, pratica e completa la cronobiologia non avrà più segreti: per una vita più attiva, sana e serena.

Al di là dei propri studi personali, vivendo in un’epoca segnata da un’informazione che pregna a pioggia chiunque, presumo che certe tematiche non siano paragonabili alla scoperta del fuoco o dell’acqua calda. “Ascolta il tuo corpo” è una frase – nonché uno dei tanti libri, sul tema, che ho in casa! – che ci arriva da ogni parte e da parecchio tempo!

E allora perché scriverne e consigliarne la lettura?

Perché l’attenzione e l’oculatezza con cui le tematiche di questo libro sono state trattate, ecco, questo mi fa consigliare questo libro senza esitazione proprio perché, leggendolo, non si ha la sensazione di trovarsi a scorrere righe di trito e ritrito self-help motivazionale da quattro soldi che sottolinea l’importanza di andare a dormire con le galline e risvegliarsi con suo marito, il gallo!

Ognuno di noi ha un suo specifico orologio biologico interno e, a regolarne lancette e ticchettii, «è un gruppo di cellule cerebrali situato nell’ipotalamo che riceve informazioni sulla luce attraverso la retina e, lavorando su un ciclo di 24 ore, adatta i ritmi biologici del nostro corpo a quelli imposti dal susseguirsi di giorno e notte. Queste informazioni hanno ricadute a cascata sugli orologi interni degli altri organi, come quelli che governano l’attività del cuore, del fegato, delle cellule, le secrezioni dello stomaco e dell’intestino», prendo in prestito, ancora una volta, le parole di Zola, anche se non presenti in questo libro.

Marie Barrel, contestualizzando, in questo suo libro spiega in modo chiaro, semplice ma puntiglioso, quanto questo orologio sia incidente sul nostro quotidiano, sulla nostra energia psicofisica, sulla nostra capacità di concentrazione, sul nostro dormire – o meno – sereno, sulle relazioni personali e interpersonali, sulla capacità di problem solving e via scorrendo… offrendoci, di volta in volta e a seconda dei singoli casi, consigli e possibili soluzioni per specifiche cause.

L’accento iniziale è posto sulla consapevolezza dei tre dei principali orologi il cui il tic tac fa eco dentro di noi seguendo il ritmo circadiano, ultradiano e infradiano (ma ce ne sono altri, anche se non citati)

(…) Il benessere interiore dipende dal grado di sincronizzazione di questi orologi. A tali cicli sottostanno le nostre energie fisiche, le capacità di attenzione e di memorizzazione. Tutte le funzioni ne subiscono gli effetti. Per esempio, i laboratori di cosmesi hanno realizzato trattamenti specifici «per la notte» proprio per adattarsi meglio ai ritmi che regolano il rinnovamento cellulare della pelle mentre dormiamo.
Alcuni di questi ritmi sono stagionali. Ciò non significa tuttavia che seguano il corso delle stagioni, ma che le precedono. Di conseguenza, alla fine dell’estate l’organismo tende ad accumulare energia in previsione del riposo invernale. «Fabbrichiamo grasso» per immagazzinare riserve. E mentre fra aprile e settembre il corpo tende a privilegiare i glucidi (zuccheri), preferisce concedersi dei lipidi (grassi) dall’autunno fino alla primavera successiva. Per quanto concerne la fertilità, il ritmo degli esseri umani è simile a quello degli altri mammiferi. Nella maggior parte delle specie, compresa la nostra, l’organismo è programmato affinché i piccoli nascano di preferenza in primavera, ossia nel periodo in cui hanno maggiori probabilità di sopravvivenza. Lo stesso si potrebbe dire delle difese immunitarie o degli sbalzi d’umore.
” – “I segreti della cronobiologia, Marie Borrel.

Leggere questo libro significa entrare dentro il nostro corpo, pagaiare prendendo confidenza con cascate adrenaliniche e respirare dentro bolle di sapone.

#leggereperconoscere e non posso non usare questo tag all’interno di questo articolo!

Certo, almeno per quanto mi riguarda, molte cose non sono state “una scoperta” ma ciò non toglie che il libro sia stato piacevolissimo da leggere, scorrevole e decisamente interessante.

L’autrice punta il riflettore sullo stile di vita delle persone, sulle abitudini corrette e errate, contestualizzandone i punti a favore o in difetto.

Gli argomenti sono i più svariati e, contrariamente a quanto capita quando i capitoli sono molti, nessuno dei focus è “preso e mollato” dopo un paio di pagine.
Ampio respiro alla genetica, agli orologi interni e ai loro ingranaggi; agli ormoni, all’incidenza della temperatura sul nostro corpo e alla vita – e alla morte – cellulare; vita ritmata da ingranaggi che si trovano anche – e sopratutto – nel nostro intestino.

“L’intestino è un organo estremamente sofisticato. Non solo contiene un numero di neuroni paragonabile a quello del cervello (tanto che si parla di secondo cervello, cervello enterico o cervello addominale), ma è popolato anche da un enorme numero di batteri amici, fondamentali per la vita e per la salute. Basti pensare che nel nostro corpo vive una quantità di batteri superiore di tre volte al numero delle cellule! Sono circa 300.000 miliardi, la maggior parte dei quali risiede nell’intestino.
Questi batteri intervengono nella sintesi di alcune vitamine, nell’assimilazione di diversi nutrienti e in molte altre funzioni biologiche. Ogni giorno ne eliminiamo una parte attraverso le feci, cosa che rende possibile studiarli piuttosto facilmente (possono arrivare a costituire fino al 50% del peso delle feci).
Di recente alcuni ricercatori hanno scoperto che questi batteri amici, nonostante vivano in un ambiente completamente buio, possiedono un ritmo proprio. (…)” – “I segreti della cronobiologia, Marie Borrel.

Come su una zattera, tra queste pagine si naviga tra cronobiologia, cronotipi, glucidi, proteine, proteine animali e vegetali, cronodietetica, lipidi, melatonina, serotonina, dopamina. Isole di umore sereno, capacità mentali, ritmi vacanzieri, ritorno all’autunno, cronomedicina, cronoterapia, allergie, starnuti, disturbi mattutini, naso rosso e festività invernali.

Questione di Lux!!!

“IN PRINCIPIO…
Nei primi anni Novanta, gli apparecchi per luminoterapia erano talmente ingombranti che, a fronte di una diffusione luminosa massima pari ad appena 2.500 lux, potevano occupare un’intera parete. I pazienti erano costretti a esporsi alla loro luce per molte ore e in ambiente ospedaliero. Da allora, per fortuna, le cose sono cambiate. (…)” I segreti della cronobiologia, Marie Borrel.

Voi sapete cos’è la luminoterapia?

Ovviamente per deduzione etimologica la risposta è immediata ma, prima di leggere questo saggio, io ne sapevo poco per non dir nulla… cioè, i benefici della luce e del sole mi erano ovviamente noti, loro con tutto il bel pacchetto di vitamina D che cerco di rapire al sole durante le camminate quotidiane…. ma, della luminoterapia e dell’impatto delle lunghezze d’onda dell’energia sui tessuti? La ricerca pare aver dimostrato che l’energia data da diodi a emissione di luce (LED) ad alta intensità, può aumentare la circolazione, accelerare la riparazione dei tessuti, eliminare i batteri, per esempio, dell’acne, agire sui processi infiammatori lenendone il dolore e non solo…

Se volete farvi i vostri bagni di luce domestici davanti a lampade il cui prezzo pare partire da circa una ventina di euro (tipo queste per capirci, non conosco il prodotto, ho solamente fatto una ricerca per fascia di prezzo), oltre alla lettura di questo libro che espone pregi e controindicazioni specifiche da persona a persona, vi ricordo che esistono norme di fabbricazione importanti da tenere in considerazione e che, in Europa, la miglior garanzia in termini di sicurezza tecnica è data dalla sigla «CE Medical Device».

bagno di sole, luce, meditazione, cronoterapia, luminoterapia, benessere, nascita

Io, a meno che non si tratti di laser terapia fattami per “competenza di dottore”, preferisco farmi bagni di luce durante meditative camminate con il mio amato binomio abbaiante, anziché attaccare la spina di una rotonda lampada bianca che pulsa luce blu sfrontatamente addosso! Ciò non toglie che, però, anche questo capitolo sia stato molto interessante.

Conclusioni:Le scoperte della cronobiologia ci ricordano qualcosa di fondamentale: apparteniamo alla natura e come lei ci muoviamo seguendo ritmi ciclici che governano il corpo, la mente, i periodi fertili, le difese immunitarie. Questi cicli biologici sono visibili a tutti i livelli, che si guardi il corpo dall’esterno, considerandolo nel suo complesso, o lo si osservi calandosi nell’infinitamente piccolo, fin dentro le cellule.
Il fatto che questi innumerevoli ritmi siano sincronizzati tra loro e con quelli che ci circondano rende la cronobiologia una scienza estremamente complessa. Ma non è forse vero che tutto, nell’organismo, è meravigliosamente complesso? È sufficiente pensare all’incessante danza degli ormoni, degli anticorpi, della rigenerazione cellulare, dei neurotrasmettitori per restare stupefatti. Perché allora sorprendersi che tutti questi elementi seguano anche dei ritmi propri?
Lasciamo dunque agli scienziati il compito di calarsi nei segreti delle cellule e adottiamo quelle semplici abitudini di vita che, nella maggior parte dei casi, sono dettate soltanto dal buonsenso!
” I segreti della cronobiologia, Marie Borrel

P.s.: nel libro ci sono tantissime ricette e tra quelle che proverò a fare c’è il Bulghur ai ceci, anche se non credo che starò, a detta dell’autrice, solo cinque minuti a farlo.

P.p.s: grazie a questo libro ho ricominciato, per colazione, a spalmare un po’ di burro su una fetta di pane caldo pensando, con consapevolezza, di far “cosa buona e giusta” anziché farmi un bagno di sensi di colpa!

P.p.p.s: no, dopo aver letto anche questo ennesimo libro, non ho ancora imparato a mettere in modalità “Idle” l’insonnia però leggere libri che mi parlano di sistemi di vita corretti mi fa star bene per osmosi!

Cronobiologia, saggistica, stile di vita, cronomedicina, bagni di luce, risveglio, salute e benessere, Marie Borrel, Sperling & Kupfer, recensione
Puoi trovare cliccando: qui.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

un blog malin-comico

ho detto sì all'amore ma non avevo capito la domanda

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Sindrome di Stendhal

"Tutte le arti si assomigliano - un tentativo per riempire gli spazi vuoti." Samuel Beckett

Libri vagabondi

Un viaggio infinito tra le pagine magiche dei libri

Amabililettureblog

" La Vita inizia dove finisce la Paura". cit. OSHO

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

LA GAZZETTA DEL SOLE

Solo notizie positive

BiblioBuscate

Il blog della biblioteca di Buscate

Metis Magazine

NEWS IS ALL YOU NEED

Vally's Bookshelf

Non riesco a dormire se non sono circondata da libri

libreria La Vispa Teresa

libreria per ragazzi

Babe, Val Resia

Pratiche, saperi, credenze, rituali e folklore in Val Resia (Udine) Friuli Venezia Giulia

La poltrona gialla

Racconto storie di libri, cibi, luoghi, viaggi, persone, fantasia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: