“La nonna” poesia di Gabriele D’Annunzio

"D’inverno ti mettevi una cuffietta coi nastri bianchi come il tuo visino, e facevi ogni sera la calzetta, seduta al lume accanto al tavolino...

È maggio quando tutto è in fiore

È maggio. Poesia di Giovanni Pascoli. A maggio non basta un fiore. Ho visto una primula: è poco.

“Albero” poesia di Diego Valeri

Albero "Tutto il cielo cammina come un fiume, grandi blocchi traendo di fiamme e d'ombra. Tutto il mare rompe, onda dietro onda, splendido, alle fuggenti dune. L'albero, chiuso nel puro contorno, oscuro come uno che sta su la soglia, muto guarda, senza battere foglia, gli spazi agitati dal trapasso del giorno." Diego Valeri Due quartine... Continue Reading →

Dicono alcuni…

"Dicono alcuni che sulla terra nera la cosa più bella sia un esercito di cavalieri; altri dicono di fanti; altri dicono di navi. Per me, invece, è ciò che si ama." Saffo Donna con tavolette cerate e stilo 

“L’ illusione” – Seneca

Quadro di Joseph Paelinck "Eros", olio su tela, 1820. L' illusione L'illusione degli umani immagina l'amore come una giovane divinità alata, bruciante d'impeto e armata con arco e frecce. Lo si crede concepito da Venere e figlio di Vulcano. L'amore è invece una grande forza dell'animo, passione dei sensi e generato dalla gioventù. E' sostenuto... Continue Reading →

“Autunno” poesia di Marino Moretti.

Autunno Il cielo ride un suo riso turchino benché senta l'inverno ormai vicino. Il bosco scherza con le foglie gialle benchè l'inverno senta ormai alle spalle. Ciancia il ruscel col rispecchiato cielo, benchè senta nell'onda il primo gelo. È sorto a piè di un pioppo ossuto e lungo un fiore strano, un fiore ad ombrello,... Continue Reading →

Ascoltando Guccini in “Autunno”

Una voce calda, importante, roca. Voce che gratta in gola ed entra, attraverso le cuffiette, direttamente al centro di me. Guccini è poesia, sempre! Riesce a calarmi in atmosfere lontane, dentro altri sussurri, altri palpiti, altre emozioni. Se allungo lo sguardo, mi sembra di vederli, davanti a me, gli altri! Le note di un sax... Continue Reading →

I Giusti – Jorge Louis Borges

I giusti Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire. Chi è contento che sulla terra esista la musica. Chi scopre con piacere un’etimologia. Due impiegati che in un caffè del Sur giocano in silenzio agli scacchi. Il ceramista che premedita un colore e una forma. Il tipografo che compone bene questa pagina,... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑