“Come farfalle sull’acqua” – di Monica Tedeschi

Si posa delicato, timido, timoroso di far del male sfiorando, quel raggio di sole sul bordo dell'acqua stagna. Si posa leggero, infilandosi sulle sfumature perlacee delle ali delle farfalle. Delicate loro, delicato lui. Filigrane in intreccio, come fili di un rocchetto dorato, che si appoggiano dolcemente l'uno sull'altro, mescolandosi, quasi unendosi dentro una fusione cosmica.... Continue Reading →

Annunci

“Bohemian Rhapsody”

immagine di copertina presa: https://www.mymovies.it/film/2018/bohemian-rhapsody   Se un libro potrebbe essere paragonato a un grande oceano che ti si apre davanti agli occhi e ti fa sentire in salvo sopra una zattera di parole, andare al Cinema ti toglie un po' di immaginazione portandoti direttamente lì, nel punto esatto in cui tutto si sta svolgendo. Ieri... Continue Reading →

Diario di lettura, anno 2016

Ricordi di letture, alcune impressioni ancora calde e altre che conservano un piccolo alone sfumato. Libri, libri e ancora libri. Libri, sempre! Che diario duemilasedici sia:   1: VIOLA SU CARTA - di Elisa Sartarelli 2: CONIUGATA CON LA VITA - al torchio e in visione. - di Bruni Miriam Silloge poetica che ricordo come un dispiegarsi, incessante, di ali fragili... Continue Reading →

Leggo, mi basta questo!

Scorrendo la home di questo mio spazio, penso basti poco per capire quanto io sia incostante circa un unico genere letterario... me ne rendo conto, svariono un po', ma è importante riconoscere i propri limiti, giusto? Mi piace immergermi in saggi che trattano di storia dell'arte, di biologia, di psicologia, sociologia, di genetica o neuroscienza.... Continue Reading →

“Bambinate”di Piergiorgio Paterlini

Una copertina in bianco e nero, leggermente ruvida al tatto, non patinata. Dei bambini se ne stanno, rilassati, nella piazzetta del paese. Aspettano che il tempo scorra oppure che arrivi qualcuno? Una sola nota rossa sotto il nome dell'autore, il titolo: Bambinate. Un pallone calciato con troppa imprecisione, una finestra che si rompe, un vaso... Continue Reading →

Tra carta, mare, fiamme, marmo… l’Estasi.

"Esiste tuttavia una felicità legata all’erotismo che non passa necessariamente attraverso l’atto sessuale. Il senso del piacere e dell’estasi, per esempio. L’estasi emana un’immagine straordinaria, stupefacente. Significa «star fuori», la sensazione che si avverte quando l’uomo riesce a estraniarsi senza ricorrere alla rimozione della propria condizione. Un po’ come quando si è su una barca,... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑